Apertura B&B - Affittacamere - Appartamenti per vacanze

Roma Capitale - LAZIO

SPORTELLO SUAR ROMA

Da questa pagina, (cliccando sulla pallina) potrà essere scaricato un Pro Memoria relativo agli adempimenti in Roma e provincia che ci è stato gentilmente inviato dalla Signora Paola Cherchi - Agenzia del Turismo di Roma - Funzionario referente delle strutture ricettive extra-alberghiere di Roma e provincia - che si ringrazia per la collaborazione offerta. In calce al pro memoria abbiamo aggiunto un' utile tabellina per il calcolo della ricettività, sia nei B&B, che negli Affittacamere.

Clicca

 

Dal 2013 le aperture delle nuove strutture ricettive extra-alberghiere hanno subito dei notevoli cambiamenti procedurali che sintetizziamo così :
Autocertificazione per attribuzione della classificazione - Regione Lazio - Dovrà essere compilato l'apposito modello scaricabile dal sito della regione Lazio - Turismo. Il modello è composto di 11 pagine e la classificazione viene determinata in base alle caratteristiche dell'immobile e alle sue dotazioni obbligatorie per le varie categorie. Per la compilazione del modello ci sono le istruzioni e quindi scorrendo pagina per pagina dovranno essere inseriti i dati richiesti e le crocette ai vari servizi e dotazioni. I B&B hanno un unica classe, mentre gli affittacamere e le case vacanza hanno 4 classi.
SUAR - Le pratiche al SUAR si inviano per via telematica attraverso il sito del Comune di Roma Capitale. L'invio delle pratiche avviene principalmente tramite intermediari (professionisti, associazioni o società abilitate a tale servizio) - Oggi potete usufruire di questo servizio in quanto abbiamo provveduto all'accreditamento presso il portale di Roma Capitale per le invio delle nuove pratiche di apertura delle strutture.
PROCEDURE DI INVIO - Come si deve procedere per l'invio delle pratiche telematiche.
La prima operazione è quella di conferire al tecnico abilitato a questo servizio una delega di autorizzazione ad inviare al SUAR il pacchetto dei documenti necessari per l'inizio di attività

La seconda operazione sarà quella della predisposizione da parte del professionista incaricato ed autorizzato con delega di tutte la documentazione necessaria per l'avvio di attività che sarà la seguente :

Per i B&B

a) Copia dell'autocertificazione per la classificazione della struttura firmata dal richiedente (file pdf)

b) Dichiarazione asseverata da tecnico iscritto all’albo o ordine professionale, attestanti la conformità della struttura e dell’impiantistica alla normativa vigente in materia urbanistica, edilizia, superamento delle barriere architettoniche, igienico sanitaria e tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori (file pdf.7pm)


c ) Planimetria sottoscritta da tecnico iscritto all’albo o ordine professionale, dei locali in scala 1:50 o 1:100, con indicazione dei dati catastali, della superficie utile dei vani, dell’altezza, del numero dei posti letto, dei vani comuni, dei vani riservati ai residenti e delle eventuali aree di pertinenza (file pdf.7pm)


d ) Dichiarazione di conformità ai limiti acustici previsti dalla normativa su apposito modello AR1(file pdf)


e ) Copia degli atti inerenti la disponibilità dei locali - Atto notarile di acquisto - Affitto - Comodato ecc Che devono essere registrati e contenere l'autorizzazione all'esercizio di attività ricettiva extra - alberghiera (file pdf)


f ) Copia del documento attestante la stipula di apposita assicurazione per i rischi di responsabilità civile nei confronti dei clienti (file pdf)


g ) Copia della comunicazione all’Amministratore di Condominio dell’avvio dell’attività completa di raccomandata ricevuta di ritorno o di altra attestazione di ricezione (file pdf) - Solo per i B&B

h) Comunicazione all'AMA (nettezza urbana) dell'avvio di attività (file pdf)

l) Pagamento reversale di Euro 250 per strutture di superfici inferiori a mq.250 (Il Comune di Roma ha elevato il costo della reversale da 150 a 250 euro)

Dichiarazione antimafia facoltativa

DELEGA per l'invio telematico all'intermediario - La SCIA alla fine di tutte le procedure viene generata dal sistema e il professionista dovrà fare firmare la SCIA dal richiedente ed inviare il documento in qualità di delegato con la firma digitale. Il sistema una volta acquisito tutto il pacchetto provvede in automatico ad inviare tramite PEC il protocollo della pratica.

 

Per gli Affittacamere

a) Copia dell'autocertificazione per la classificazione della struttura con firma del richiedente (file pdf)

b) Dichiarazione asseverata da tecnico iscritto all’albo o ordine professionale, attestanti la conformità della struttura e dell’impiantistica alla normativa vigente in materia urbanistica, edilizia, superamento delle barriere architettoniche, igienico sanitaria e tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori (file pdf.7pm)


c ) Planimetria sottoscritta da tecnico iscritto all’albo o ordine professionale, dei locali in scala 1:50 o 1:100, con indicazione dei dati catastali, della superficie utile dei vani, dell’altezza, del numero dei posti letto, dei vani comuni, dei vani riservati ai residenti e delle eventuali aree di pertinenza (file pdf.7pm)


d ) Dichiarazione di conformità ai limiti acustici previsti dalla normativa su apposito modello AR1(file pdf)


e ) Copia degli atti inerenti la disponibilità dei locali - Atto notarile di acquisto - Affitto - Comodato ecc (file pdf)


f ) Copia del documento attestante la stipula di apposita assicurazione per i rischi di responsabilità civile nei confronti dei clienti (file pdf)

g) Comunicazione all'AMA (nettezza urbana) dell'avvio di attività (file pdf)


h ) Le dichiarazioni e gli atti inerenti l’eventuale nomina di soggetto/i preposto/i alla gestione dell’attività

l) Atto costitutivo della società

l) Dichiarazione antimafia obbligatoria


m ) La Dichiarazione di Inizio Attività o Modifica Attività Registrata da indirizzare alla competente ASL – SIAN, corredata della ricevuta di pagamento dei diritti di istruttoria, in caso di somministrazione di alimenti e bevande. Tali documenti saranno trasmessi successivamente dallo Sportello alla ASL - SIAN competente per territorio

DELEGA per l'invio telematico all'intermediario - La SCIA alla fine di tutte le procedure viene generata dal sistema e il professionista dovrà fare firmare la SCIA dal richiedente ed inviare il documento in qualità di delegato con la firma digitale. Il sistema una volta acquisito tutto il pacchetto provvede in automatico ad inviare tramite PEC il protocollo della pratica.


Per le case vacanze non imprenditoriali

a) Copia dell'autocertificazione per la classificazione della struttura firmata dal richiedente (file pdf)

b) Dichiarazione asseverata da tecnico iscritto all’albo o ordine professionale, attestanti la conformità della struttura e dell’impiantistica alla normativa vigente in materia urbanistica, edilizia, superamento delle barriere architettoniche, igienico sanitaria e tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori


c ) Planimetria sottoscritta da tecnico iscritto all’albo o ordine professionale, dei locali in scala 1:50 o 1:100, con indicazione dei dati catastali, della superficie utile dei vani, dell’altezza, del numero dei posti letto, dei vani comuni, dei vani riservati ai residenti e delle eventuali aree di pertinenza


e) Dichiarazione di conformità ai limiti acustici previsti dalla normativa su apposito modello AR1


f) Copia degli atti inerenti la disponibilità dei locali


g) Copia del documento attestante la stipula di apposita assicurazione per i rischi di responsabilità civile nei confronti dei clienti

h) Comunicazione all'AMA (nettezza urbana) dell'avvio di attività - Una o due case

Per le case vacanze imprenditoriali

a) Copia dell'autocertificazione per la classificazione della struttura firmata dal richiedente (file pdf)

b) SCIA - Segnalazione certificata di avvio di attività

c) Dichiarazioni asseverate per ogni unità immobiliare da tecnico iscritto all’albo o ordine professionale, attestanti la conformità della struttura e dell’impiantistica alla normativa vigente in materia urbanistica, edilizia, superamento delle barriere architettoniche, igienico sanitaria e tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori


d) Planimetria per ogni unità immobiliare sottoscritte da tecnico iscritto all’albo o ordine professionale, dei locali in scala 1:50 o 1:100, con indicazione dei dati catastali, della superficie utile dei vani, dell’altezza, del numero dei posti letto, dei vani comuni, dei vani riservati ai residenti e delle eventuali aree di pertinenza


e) Dichiarazione di conformità ai limiti acustici previsti dalla normativa su apposito modello AR1 per ogni unità immobiliare


f) Copia degli atti inerenti le modifiche societarie o dei contratti stipulati per il trasferimento di titolarità (es: cessioni e affitti d’azienda)


g) Copia degli atti inerenti la disponibilità dei locali per ogni unità immobiliare


h) Copia del documento attestante la stipula di apposita assicurazione per i rischi di responsabilità civile nei confronti dei clienti per ogni unità immobiliare


i) Le dichiarazioni e gli atti inerenti l’eventuale nomina di soggetto/i preposto/i alla gestione dell’attività

l) Comunicazione all'AMA (nettezza urbana) dell'avvio di attività - Singole case

DELEGA per l'invio telematico all'intermediario - La SCIA alla fine di tutte le procedure viene generata dal sistema e il professionista dovrà fare firmare la SCIA dal richiedente ed inviare il documento in qualità di delegato con la firma digitale. Il sistema una volta acquisito tutto il pacchetto provvede in automatico ad inviare tramite PEC il protocollo della pratica.

 

Regione Lazio

L'articolo 11 del regolamento regionale del 24 ottobre 2008 n.16 ( - Link alla pagina del sito della regione Lazio dove è consultabile on-line il regolamento scorrendo le pagine con la freccia nel frame di sinistra) - stabilisce le regole per l'apertura delle attività extra-alberghiere sia dal punto di vista procedurale, sia da quello degli allegati e degli endoprocedimenti che i Comuni della regione debbono richiedere agli interessati , attraverso gli sportelli SUAP - Nella griglia sottostante vengono riportati tutti gli adempimenti necessari

1) In primo luogo è necessario presentare presso le province o aziende provinciali del turismo o di promozione turistica usufruendo delle apposite modulistiche la domanda di apertura della struttura corredata di planimetria dei locali e di una relazione tecnica illustrante le caratteristiche della struttura stessa e quant'altro necessario per ottenerne la classificazione. Una volta ottenuto il documento deve essere allegato alla domanda o DIA o SCIA da presentare al Comune (si precisa che da questo punto di vista molti comuni non hanno ancora recepito i dettami della legge nazionale che per questo tipo di attività sottopone l'apertura di una struttura a SCIA e cioè Segnalazione Certificata di Inizio di Attività )

2) Apposita dichiarazione antimafia - (Dichiarazione sostitutiva ai sensi del DPS 28 dicembre 2000 n.445 - Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa - e successive modifiche, che attesti l'assenza delle cause ostative di cui agli articoli 1,12 e 92 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza approvato con RD del 18 giugno 1931 n.773 e all'art.10 della legge 31 maggio 1965 n.575 - Disposizioni contro la mafia - e successive modifiche e integrazioni)

3) Documentazione tecnica - Planimetria dell'unità immobiliare o della porzione immobiliare o dell'immobile, in scala 1:100 (o 50) sottoscritta da tecnico abilitato con indicazione della superficie utile dei vani, dell'altezza, del numero dei posti letto, dei vani comuni, dei vani riservati e delle eventuali aree di pertinenza.

4) Documentazione idonea a dimostrare la disponibilità dei locali, quali in particolare, gli atti di compravendita, locazione, usufrutto, incluso l'atto di assenso a firma autentica del proprietario o usufruttuario se diverso dal dichiarante, nonché in caso di comproprietà, l'atto di assenso di tutti i comproprietari.

5) Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, sottoscritta dal richiedente, attestante la conformità urbanistica e catastale alla normativa vigente.
6) Certificazione rilasciata da soggetto abilitato sulla conformità degli impianti alla normativa vigente in materia.
7) Documentazione attestante la stipula di apposita assicurazione per i rischi di responsabilità civile nei confronti di terzi.
8) Per i B&B, nel caso di appartamento facente parte di un condominio , attestazione della comunicazione formale, attraverso raccomandata AR all'Amministratore dell'assemblea condominiale , dell'attività che si intende avviare .
9) Dichiarazione di possesso di cassetta contenente il materiale di primo soccorso e almeno un estintore antincendio.
Oltre a quanto sopra illustrato è necessaria l'attivazione della cosi detta DIA Sanitaria presso le competenti ASL per la somministrazione di alimenti e bevande.

Si precisa che, a parte le dichiarazioni che deve rilasciare il denunciante l'avvio dell'attività, l'intera pratica potrà essere curata a distanza mediante il servizio on line che viene offerto ai soci dell'Associazione ANBBA dal tecnico Geom.Cesare Gherardi. I servizi possono essere attivati mediante la compilazione di apposito form di richiesta e concordati con il geometra stesso che, nello specifico, potrà offrire il pacchetto completo comprendente anche la compilazione di tutta la modulistica necessaria.

 
Per ogni ulteriore comunicazione o informazione potete contattare - info@prontogeometra.it